Perché Libernauti?

la nostra biblioteca

la nostra biblioteca

Era il 5 giugno e ormai se  – scolasticamente –  si pregustava la fine della scuola,  -letterariamente –  2 classi del liceo (la 4 D e la 4 B)  si appassionavano sulla selezione della ‘cinquina’ del Premio Strega, ormai prossima (il 9 giugno)…

Da quella passione e dalla previsione ‘quasi’ azzeccata dei finalisti è maturata l’idea di un blog di studenti e docenti, una sorta di comunità di lettori appassionati, per condividere, proporre, informare sul mondo della lettura, in tutta libertà, con totale approccio ‘ludico’  (leggere è piacevole, prima che utile) anche se non staccato dal mondo-scuola.

  • Abbiamo voluto aprire un luogo in cui parlare di lettura in qualsiasi momento e magari da casa propria ( senza però perdere l’opportunità di poterne parlare anche di persona in classe, con i compagni, con i docenti o… con chiunque condivida con noi questa passione )
  • Per “contagiare” con la nostra passione altre persone
  • Per condividere idee e proposte di lettura
  • Per esprimere liberamente le proprie opinioni su libri letti
  • Per imparare ad amare i classici in chiave non esclusivamente “scolastica”
  • Per valutare le novità editoriali
  • Per affrontare temi proposti nel blog partendo dalla lettura dei libri

Insomma Non leggete, come fanno i bambini, per divertirvi, o, come gli ambiziosi, per istruirvi. No, leggete per vivere.

GUSTAVE FLAUBERT, Lettera a Madmoiselle de Chantepie, giugno 1857

E allora, se volete imbarcarvi con noi in questa avventura, salpate sulla nave dei LIBERNAUTI!

2 pensieri su “Perché Libernauti?

  1. “Le letture non si consigliano, se non ai principianti del leggere. Ognuno deve trovare le proprie letture con l’istinto.”
    cit. Massimo Bontempelli
    Penso che per noi alunni-principianti questo spazio sia veramente utile a scoprire la nostra tipologia di testi. Con le proposte di lettura che ci faremo a vicenda, potremo forse formare il nostro istinto, e imparare a saper scegliere di leggere cosa vogliamo.

  2. beh c’è da dire che tutti coloro che hanno partecipato alla realizzazione hanno fatto davvero uno splendido lavoro,sia per quanto riguarda gli alunni sia per quanto riguarda i professori che hanno seguiìto il progetto

    davvero davvero complimenti =)

    p.s. questa frase non implica che io sia un rufiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.



*